Qualche Ente è Pleonastico e Brucia sol Denaro degli Italiani

Domenico Iodice | Innanzi a certe notizie, sovente, rimango esterrefatto. Dunque, tagli sì, ma non tangono tutti. Per alcuni angoli remoti ( ma neppur tanto poi ) dell'amministrazione pubblica non v'e' spending review che regga. Nonostante la necessità di abbattere i costi della cosa pubblica e far combaciar i conti ( per pur distanziarsi da altre stangate fiscali ), ci son voci di spesa che son immortali al di là di ogni ragionevolezza. Per rendersene conto basta d'una minuscola occhieggiata tra le news di codesti dì.
Isa, ben 5 milioni per 5 pratiche all'anno. Siam ridicoli.
D'un esempio tipico di denar pubblico che si smarrisce nelle pieghe dell'amministrazione è quello dell'Istituto per lo Sviluppo Agroalimentare ( Isa ), la società finanziaria del Ministero delle Politiche Agricole che ( come attesta il suo sito web ) " Promuove e sostien progetti di sviluppo agroindustriale che, comportino, come ricaduta indotta, un miglioramento strutturale dei livelli di reddito dei produttori agricoli. ".
Per la centralità del settor nell'economia italiana dovrebbe posseder d'una ciclopica mole di lavoro. Invece, apprendo angustiato, che ha sviluppato unicamente 36 pratiche di finanziamento in ben 7 anni, con d'un irrilevante andamento di ben 5 all'anno. E possiede una forza lavoro di 34 dipendenti, di cui 4 dirigenti e 16 quadri, con d'un costo di 5 milioni e mezzo all'anno. " Ostico non etichettarlo come d'un ente pleonastico, che brucia sol quattrini degli italiani. Eppur è emerso incolume anche all’ultima sforbiciata del governo di Mario Monti. Siam ridicoli!!!

Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento