"Silvio non tornare, grazie!"

Lo striscione, in risposta alla supplica di un senatore del Pdl, ha sorvolato la Riviera romagnola. In duecento hanno fatto una colletta per pagare la spesa: c'è anche qualche "eroe sociale" che ha versato 200 euro.
E’ bastata una settimana per rispondere allo striscione di supplica che il senatore Pdl Mario Mantovani ha fatto volare lungo la costa romagnola domenica scorsa: "Silvio ritorna!", l’invocazione affidata all’aereo che ha sorvolato il litorale adriatico lasciando stupiti, in alcuni casi contrariati, bagnanti e cittadini. Oggi pomeriggio intorno alle 16 un altro striscione ha solcato i cieli della Riviera tra gli applausi e le risate dei vacanzieri, ma con un messaggio opposto. A dare voce a quanti avrebbero voluto ribattere a tono alla richiesta di Mantovani, ci ha pensato un gruppo di ragazzi di Rimini con un’idea semplice e immediata: un contro-striscione "Silvio non tornare grazie!" quale risposta volante.
L’aereo è partito da Fano alle 15, ha raggiunto Senigallia per poi invertire la rotta e risalire fino a Lido di Classe. Dal pensiero all’azione, in tre giorni è nato il sito per la raccolta fondi e un gruppo facebook che ha raggiunto in breve oltre 3.500 iscritti. "Abbiamo dimostrato che le coscienze non sono sopite e che pochi cittadini possono organizzarsi, anche senza alcuna appartenenza politica. In più noi romagnoli abbiamo dato prova una volta di più della nostra capacità di rimboccarci le maniche",
spiega Gianluca Zamagni, informatico e ideatore del progetto. "All’inizio non ci credevo neanche io, invece l’adesione è stata sorprendente: circa 200 donazioni per un totale di 2.000 euro". Dal contributo simbolico di 5 euro a quello di "eroe sociale" di 200 euro, ognuno ha partecipato alla colletta come ha potuto. "Qualcuno ha fatto i banchetti in spiaggia, i bambini hanno dato la loro paghetta al posto dei nonni che non sapevano come fare un versamento online, sono arrivate donazioni da tutta Italia, dall’Inghilterra, dalla Francia". Risultato, quota raggiunta e superata: il surplus sarà devoluto in beneficenza.

Fonte: repubblica.it




Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento