Caro Beppe Grillo...


Domenico Iodice | Dunque, pochi frangenti a dietro, il novo eletto Presidente del Consiglio Enrico Letta, ha annunciato al Paese nome e cognome dei Ministri del suo governo. ” La mescolanza “ è avvenuta, “ degna del miglior bunga bunga “, appunto per adoperar alcuni passaggi di Beppe Grillo. E' si, siam cotanto nauseati caro Beppe, pur perchè tutto questo ha radice nel poco responsabile modo di far suo. Per d'una nostra titanica educazione al rispetto, non siam capaci di chiamar Morfeo d'un presidente della repubblica, per esempio. Allo stesso tempo, chi ha vinto democraticamente le elezioni, possiede il diritto di governar e va rispettato. L'opposizione va fatta, ma pur sempre su piattaforme politiche. Se lei è d'un comico e fa satira, può permettersi di prendere per i fondelli d'un politico per dei suoi difetti fisici o tic nervosi. Ma se lei Grillo esercita il mestier di politico, deve pur reggere d'un discorso politico.
Ah già, mi perdoni, lei non esercita l'arte del politico, il suo è sol d'un movimento. Beppe, ma a quanto par era presente sulla scheda elettorale, per la legge italiana il Movimento 5 Stelle è senza alcuna esitazione d'un partito. Non vada nel celarsi dietro ad un dito: ha voluto continuar a far il comico pur essendo subentrato in politica. Ha proferito ai bisogni degli italiani, gli elettori hanno votato lei perché ha dato voce al patimento degli stessi. Le va riconosciuto il merito di saper interpretar d'una realtà e di presagire le evoluzioni. Ma poi pur codesta sua sapienza par esser nel nulla svanita.
A quanto par, caro Beppe, molti esperti di politica italiani ed esteri asseriscono che, il Movimento 5 Stelle per or ha intrapreso l'identico sentier del fascismo; ad ogni modo, ha fatto varcar la soglia del parlamento a gente che non sapeva neppur come proporre d'un disegno di legge. Per intavolar d'un esempio, è come se l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche avesse mandato all'indomani del disastro di Chernobyl dei tirocinanti di ingegneria nucleare col compito di decontaminar la centrale nucleare e gestir i reattori rimanenti, trascurando del tutto la intera area pregna radiazioni nucleari.
Caro Beppe, lei come tanti poi, è sol d'un comico della politica italiana.









Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

1 commenti: