Il circo Italia


Domenico Iodice | Pontelatone - O santi numi, politici, ma riflettete d'un minimo tutti, state sol facendo soffrir lo ” Stivale “. Pur perchè codesto ping pong sulle investiture e sulla edificazione del novo governo sta mutando le istituzioni in una barzelletta che, a parer di illustri del mestier, è a dir poco singolare nella sua fattispecie, impedendo il recupero di credibilità che in codesto frangente occorrerebbe come il buon pane in un periodo di fame. Le alleanze appaion pur come la tela mitica di Penelope, vengono rammendate durante il dì, colla santa pazienza, e vengono strappate durante la oscurità, coll'auspicio e pur quella titanica illusion che prima o poi giunga d'un Ulisse più che abile nel collocare ogni cosa al proprio posto e blindar le poltrone. A quanto par l'opposto di quanto chiesto dagli elettori con d'un voto che qualcun tutt'oggi si rifiuta di interpretar. Il disegno nel suo pieno complesso è immalinconente : il PD si inchina innanzi a chi si diletta a sbeffeggiarlo e a ridicolizzarlo agli occhi dell’opinione pubblica. La fierezza s’è fatta cenere. Gli esponenti del Movimento 5 Stelle che si conducono in Parlamento pur come se fossero ad una escursione simile a quella dei remoti tempi della scuola elementare, ritratto di gruppo e in maniera celere affisso su Facebook col fine di mostrar al mondo il traguardo conseguito. I nomi dei candidati alle più alte cariche dello Stato che vengono fuori come i numeri della tombola. 55 Bersani l'incapace, 4 Grillo il pagliaccio. Come cornice poi la consueta paranoica demonizzazione di Berlusconi ( 26 il “ malato “ ) che fa sempre comodo ed occorre nel giustificar le alleanze che si spingono oltre il naturale. Pur Renzi e fedeli son esausti, e codesto lo abbiam evinto pur noi ieri sera dal suo intervento televisivo a “ Porta a Porta “: “ Bersani pensi all'Italia non a me. “. A nostro parer esclusivo, come poi da sempre sosteniam, il PD deve necessariamente mostrarsi autorevole. Sempre a nostro avviso, se alcuno non è stato capace di smacchiar il giaguaro, d'una causa deve pur esistere: magar l’elettorato aveva colto il pericolo che il Parlamento diventasse d'un circo pregno di pagliacci e saltimbanchi. Fatto che, per d'un pugno di voti, sta per davvero avvenendo. Vogliam esser ottimisti, pensar che v'e' tuttora il tempo utile per elaborar d'un efficace antidoto col potere di guarir lo “ Stivale “ da codesto micidiale stallo, magar d'un antidoto con avente come principio attivo la maturità politica.
Come da copione, concludiam: povera Patria! 








Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento