Pontelatone. Aumenta in paese la percentuale della raccolta differenziata


di Domenico Iodice | Pontelatone – Dunque, lievita a Pontelatone la percentuale della raccolta differenziata. Nell'anno 2010 la raccolta differenziata è giunta alla soglia del 21,11 %, nell'anno 2011 s'e' collocata al 26,37 %, nell'anno 2012 è giunta sin al 42,30 %. Ottimo, asseriamo noi. Codesto importante aumento non è senz'alcun dubbio da attribuir all'Amministrazione del Comune di Pontelatone, bensì alla crescita culturale in merito dei cittadini del loco. Bisogna sforzarsi a Pontelatone per conseguir risultati che vanno oltre codeste modeste cifre. Bene, ma perchè è cotanto importante la raccolta differenziata? Ogni qual nostra azione genera d'un inquinamento: pur la più frequente, come magar leggere d'un libro o ber d'una Coca-Cola. Il che significa milioni di alberi abbattuti, milioni di litri di petrolio consumati, milioni di kg di CO2 sbalestrati nell'atmosfera: colla raccolta differenziata invece, gran parte di codeste risorse vengono risparmiate. 
Forniam d'un qualche dato: per produrre d'una tonnellata di carta vergine vi necessitano ben quindici alberi, ben 440.000 litri d'acqua e 7.600 kwh di energia elettrica; per produrre invece d'una tonnellata di carta riciclata bastano sol 1.800 litri d'acqua e 2.700 kwh di energia elettrica; se non differenziati i farmaci in discarica possono dar vita ad emanazioni velenose ed inquinar il percolato; gli scarti giunti dalla cura delle aree verdi e dei nostri giardini ( foglie, erba, residui floreali, ramaglie, potature ) costituiscono d'una fetta rilevante dei rifiuti prodotti e son fondamentali per il processo di compostaggio industriale. 
Ne son sufficienti ben dieci tonnellate per concimar d'un ettaro di terreno. Col recupero di mille tonnellate di plastica si giunge ad un risparmio di circa 3.500 tonnellate di petrolio, ossia il pari dell'energia adoperata ben da 20.000 frigoriferi in dodici mesi. La raccolta differenziata del vetro, invece, consente d'un risparmio annuo, in Italia, pur simile a 400.000 tonnellate di petrolio.

Le finalità della raccolta differenziata son codeste

  • diminuir la quantità di rifiuti da smaltir in discarica o all'inceneritore;
  • valorizzar i rifiuti pur tramite il recupero di energia e di materiali alternativi alle materie prime;
  • abbattere in gran parte la presenza di sostanze velenose nei rifiuti urbani, come pile e farmaci scaduti;
  • favorir presso la comunità di Pontelatone comportamenti più responsabili e  volti alla sostenibilità, alla prevenzione e alla diminuzione dei consumi
Raccolta differenziata di alcuni Comuni attigui a Pontelatone

  1. Comune di Castel di Sasso: anno 2010 39,27 %, anno 2011 36,71 %, anno 2012 37,50 %;
  2. Comune di Liberi: anno 2010 4,25 %, anno 2011 8,14 %, anno 2012 37,63 %;
  3. Comune di Piana di Monte Verna: anno 2010 35,37 %, anno 2011 54,72 %, anno 2012 56,64 %
A Voi saggi Lettori la interpretazione di codesti dati.















Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

14 commenti:

  1. Cara Amministrazione del Comune di Pontelatone,
    diamo atto al sign. Iodice Domenico che grazie al suo blog tante persone sanno che esiste anche un paese che si chiama Pontelatone e dove si trova.
    Avete capito o fate finta di non capire, Antonio, Gaetano e Mena????????????????????????
    Ringraziatelo, visto che lo merita.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e da una vita che gli vogliamo bene,caro seguace dell'ultima ora.

      Elimina
  2. Ciao la fonte della notizia?Però piana di caiazzo..bravi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un omaggio a Lei,

      si, la fonte è precisamente l'O.R.R. Campania. L'acronimo O.R.R. corrisponde a: Osservatorio Regionale Rifiuti.

      Deferente l'or saluto

      Elimina
  3. perchè non ci sono anchè i dati su formicola?perchè sono meglio di pontelatone?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione formicolano,come si è permesso il gestore del sito di non citare anche voi.Formicola:caput mundi.....ma per favore.....

      Elimina
    2. Lottano a chi fa meglio monnezza: grande signori!

      Elimina
  4. non concordo con quanto contenuto nell'articolo se e pur vero che la crescita dei cittadini latonesi a contribuito a tale ancora modesto risultato e pur vero che pontelatone quindi l'amministrazione che lo rappresenta e stata la prima a muoversi verso la raccolta differenziata prima ancora che questa divenisse obbligatoria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ancor modesto ma positivo risultato della raccolta differenziata a Pontelatone, affonda le radici nell'atto pratico, ossia il cittadino che materialmente effettua la cernita dei vari composti. Se il cittadino non collaborasse, ogni qual buon proposito e inventiva dell'Amministrazione Carusone, sarebbero futili. D'un contributo fondamentale per il raggiungimento di tal performance così positiva nel fluir degli anni, a nostro esclusivo parer, aggiungiamo, è sicuramente quello dei cittadini che collaborano con grande responsabilità e degli operatori che ogni qual dì son impegnati per mantener terso Pontelatone. Ovviamente, noi, apprezziam ciò che è stato messo in campo dalla Giunta del Comune di Pontelatone.
      Sia così cortese nel narrar ai Lettori del Blog a cosa si riferisce nello specifico quando afferma: “ L'amministrazione che lo rappresenta e stata la prima a muoversi verso la raccolta differenziata prima ancora che questa divenisse obbligatoria. “. Come si mosse, in maniera straordinaria, e se così fosse, come? Dalla Sua risposta, ne può trarre vantaggio sol l'Amministrazione Carusone. Copioso il grazie,” Anonimo “.

      Elimina
    2. Mimmo, hai perfettamente ragione. Un applauso ai cittadini di Pontelatone. Un niente alla Giunta Comunale, perchè è un loro dovere impegnarsi per Pontelatone. Bisogna riconoscere ai cittadini di Pontelatone il grande merito di aver seguito scrupolosamente i criteri di raccolta differenziata tanto da permettere al Comune di Pontelatone di posizionarsi al secondo posto su 4 Comuni della zona. Visto che non l'hai scritto tu, lo faccio io: a Formicola nel 2012 hanno raggiunto il 69,54 % di raccolta differenziata. Per 4 Comuni della zona intendo Formicola, Castel di Sasso, Pontelatone e Liberi. Secondo me, però, c’è ancora molto da fare in paese. In particolare vanno monitorati gli operatori. Oltre a questo c’è la questione economica. Visto che il signore del commento anonimo loda la Giunta Comunale, c'e' da dire che la stessa predica bene e razzola male. Mi spiego: se è vero che ha incentivato l’avvio alla raccolta differenziata come salvaguardia di un patrimonio ambientale importante, promettendo ai cittadini di Pontelatone una riduzione della TARSU se ci fossero stati dei risultati significativi, perchè negli ultimi anni allora c'e' stato un forte aumento in denaro di questa tassa? Lo sanno tutti, quanto più inquini più paghi. Come dimostrano i dati, i risultati ci sono stati, dovuti probabilmente a una campagna di sensibilizzazione precedente e alla maturità dei latonesi e non a un coinvolgimento dei cittadini da parte del Sindaco del paese. Ma i comunque i cittadini si sono visti aumentare la TARSU a Pontelatone. Invito i componenti della nostra Giunta Comunale a essere più modesti: Poco tempo fa, il buon Sindaco di Salerno – e che sia come esempio al Sindaco di Pontelatone –, in televisione, non si preoccupò di affermare che il grande risultato della raccolta differenziata in città, era un prodotto dei salernitani. Tutti i media riconosco la modestia del Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. Mimmo, hai perfettamente ragione.

      Elimina
  5. quante banalita'
    e' ovvio che senza la collaborazione o meglio senza il senso civico dei cittadini un sindaco non va da nessuna parte
    invito il commentatore che mi precede a leggere meglio i contenuti dei post in quanto non ho affatto lodato nessuno tant'e' che ho parlato di modesto risultato
    non ho affatto parlato di grande risultato
    tra l'atro questo signore afferma che sia stata promessa dal sindaco una riduzione della tassa ma questa cosa l'avra' udita solo lui
    a me non risulta ad oggi nessun comune campano che abbia applicato una benche' minima riduzione men che meno pontelatone neppure quello di salerno o senza allontanarci troppo neppure formicola che ha piu senso civico di noi visto che la loro percentuale e quasi da comune riciclone
    per concludere ho cercato semplicemente postare un commento basato sull'obbiettivita scevro da qualsiasi partigineria

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Bravi, state cercando di trascinarmi nel caos, bravi. Ma pur credete ch'io sia stupido? Di certo son d'una brava persona, rispetto a Voi, come di certo non sono stupito e non cado in queste trappole disseminate all'interno dei Vostri topic.

    RispondiElimina