«Operazione Red»: in arrivo il bustone dell’ Inps sulle pensioni


Nei plichi manca il certificato di pensione. «Un grave errore», tuonano le Acli che promettono: «I Caf saranno al fianco dei cittadini»

Napoli - Ancora filo da torcere per i pensionati del Paese. Saranno 8 milioni in Italia di cui 357.173 nella sola provincia di Napoli, i pensionati che si vedranno recapitare nelle loro case la busta dell ‘inps con la richiesta di conoscere tutti i redditi. Lo scopo? Verificare se si ha diritto a mantenere invariato l’ importo della pensione in pagamento.
I Fatti - Postel ha ricevuto in consegna dall ‘Inps ‘’i bustoni ‘’ e si occuperà di recapitarli a casa degli interessati nell’ arco di un mese circa. L’operazione Red riguarda la dichiarazione dei redditi relativa al 2012. Per alcuni residenti in Italia si chiederanno i redditi anche dell’ anno 2010. Forte l’ impegno della Fap acli insieme al Caf Acli e il Patronato Acli per garantire assistenza ai riceventi del bustone.
Le Modalita’ - La busta che sarà recapitata ai pensionati non conterrà il modello Obism, il certificato di pensione. «E’ un grave errore, infatti,- commenta Pasquale Orlando, segretario nazionale della FAP-. Aver inviato almeno a questi cittadini il modello della pensione, avrebbe attenuato i disagi che molti pensionati stanno subendo». I pensionati interessati ad ottenere una copia del documento potranno rivolgersi alle sedi del Patronato Acli, a titolo gratuito. Una volta compilato il modulo per la dichiarazione dei redditi, non è necessaria la restituzione del modello, salvo per alcune comunicazioni relative al modello reddituale che non può avvenire tramite l’ Agenzia delle Entrate. La compilazione del modello Red invece va compilato e restituito agli uffici dell’ Inps. Il red va presentato entro il 30 Giugno e sarà inviato anche alle categorie di invalidi civili e similari.








Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento