Il problema non è la Reggia, il problema sono gli italiani che la gestiscono

di Domenico Iodice | Pontelatone – Il Sindaco di Caserta Pio del Gaudio: “ La Reggia vanvitelliana per Caserta è un problema. “. Ci riflette il sindaco Pio Del Gaudio e spiega meglio: “ Cioè è percepita come un problema dai casertani, dobbiamo farla diventare un'opportunità. “. Perdonateci, ma cosa si va proferendo? Il problema non è la Reggia, bensì chi la gestisce, ossia gli italiani. Basta comparare la Reggia di Versailles con la Reggia di Caserta per carpir che il problema vero son gli italiani. Il netto e ben visibile distinguo tra le due, risiede nel fatto che, quella di Versailles, gode di un massimo splendor perchè accudita e gestita da francesi. Mentalità e cultura migliore della nostra nel caso specifico. Comunque, certe affermazioni ci lasciano esterrefatti, soprattutto quando provengono da un Sindaco e non da un comune cittadino. Sovente il dispiacere e la collera edificano assuefazione e non si può far altro che constatar abbattuti che oramai non v’è più d'un confine al peggio. Siam dunque giunti all'ultima spiaggia. Stiamo parlando del nostro patrimonio storico-artistico, ossia quello che riman della nostra ricchezza, se non il nostro ultimo capitale. Ogni qual dì, news imbarazzanti che riguardano le nostre storiche opere si susseguono quotidianamente tra l'imperturbabilità dei tanti e il solito sollevarsi dalle incombenze da parte di enti e personaggi che magar dovrebbero sentirsi parte attiva ed agir di conseguenza. Certo, e lo sappiamo, lo scenario indegno in cui versa la gloriosissima estensione vanvitelliana fa notizia, ma l’incuria, il deterioramento e il malaffare son da collocar a cotanti altri siti d’arte nella provincia di Caserta e su tutto il segmento regionale campano. La stampa, la tv, il web forniscono d'un panorama fin troppo limpido della rovina più totale caduta come d'un maestoso martello su di un tesoro faraonico, d'un retaggio che forse, per incoscienza o inerzia non meritiam. Racconti per nulla decorosi come quello della Reggia di Caserta progettata nel distante anno 1750 dal noto Luigi Vanvitelli, pittore e architetto italiano, son la dimostrazione più chiara della diffusa incapacità di alcuni amministratori. Amministratori di ogni grado e competenza. A tal fatto urge aggiungere l’incapacità tutta italiana nel gestir tesori maestosi come la Reggia di Caserta. I futili proclami della Sovrintendente e del Sindaco, rimangono solo sillabe trascinate dal vento. E mentre si attribuisce ogni sorta di colpa ai visitatori, quando poi l'attività di vigilanza è quasi assente, si vorrebbe addirittur l'intervento dell'Esercito... la magnificenza del Palazzo Reale di Caserta svanisce.







Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento