Interviene il 118 e la Polizia. Studentessa accusa malore ma il preside non la fa uscire:" E' per non farsi interrogare! "

Il dirigente scolastico è il padre dell'ex ministra Carfagna. La ragazza torna a casa con la madre in ambulanza

Salerno - Il preside del liceo classico Tasso di Salerno, Salvatore Carfagna, padre dell'ex ministra e deputata del Pdl Mara, rischia una denuncia dai genitori di un'alunna per non averla fatta uscire nonostante la ragazza avesse manifestato un malore e la madre, arrivata a scuola, avesse chiesto di portarla a casa. Il tutto si è consumato questa mattina nel famoso istituto scolastico dove hanno studiato, tra gli altri, Michele Santoro e Lucia Annunziata.

La vicenda - L'alunna, a causa di un malore, aveva chiesto al professore di poter lasciare la classe per recarsi in presidenza e chiedere l'arrivo a scuola della madre. Recatasi negli uffici di Carfagna, ha chiesto di poter telefonare ai genitori mentre alcuni addetti di segreteria e lo stesso dirigente scolastico avrebbero tentato di darle conforto. Ma quando la mamma della ragazza è arrivata al liceo, Carfagna non ha autorizzato l'uscita dell'alunna. Sostenendo che avrebbe acconsentito soltanto se la ragazza fosse tornata a casa in ambulanza per un evidente stato di malessere. La donna, a quel punto, ha chiesto l'intervento del 118 e della polizia. E dopo due ore, la studentessa ha potuto lasciare la scuola ma soccorsa dai sanitari del servizio di pronto soccorso.

La replica - «La ragazza è venuta in presidenza e ha avuto subito aiuto e sostegno - ha detto Salvatore Carfagna - le abbiamo dato anche dello zucchero diluito nell'acqua perchè manifestava sintomi da pressione bassa. Ma le condizioni non era tali da pensare che si sentisse così male. Tant'è che è arrivata l'ambulanza del 118 e ha verificato la situazione. Troppo spesso abbiamo visto alunni che hanno chiesto di essere portati a casa dai genitori, durante l'orario di lezione, per evitare di farsi interrogare. Ma noi abbiamo adottato un dispositivo che evita questi giochetti. Vogliono denunciarmi? Lo facciano: ho i testimoni che racconteranno come sono andati davvero i fatti».









Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento