Marcianise. Clan Belforte, armamentario nascosto in fondo al pozzo

In tre borsoni recuperati da carabinieri e vigili del fuoco dieci pistole, una mitragliatrice «Sten», un fucile a canne mozze, bomba a mano e circa 800 proiettili

Caserta – Era nascosto in un pozzo di un cortile del centro storico di Marcianise un arsenale del clan di camorra «Belforte». I carabinieri imbeccati dalla soffiata giusta hanno scoperto la santabarbara composta da bombe, fucili e pistole proprio nella zona centrale della città in cui l’organizzazione criminale ha avuto negli anni passati la sua roccaforte.


La dotazione - In tre borsoni, recuperati con la collaborazione dei vigili del fuoco, sono stati trovati dieci pistole, una mitragliatrice inglese «Sten» della Seconda guerra mondiale, un fucile con canne mozzate, una bomba a mano, circa 800 proiettili, una ventina di micce e due ricetrasmittenti. 


Gli agguati - Sulle armi, che sono state sequestrate, saranno fatti accertamenti per verificarne la provenienza e l'utilizzazione per episodi criminali tra cui la faida che dal ’97 al ‘99 ha contrapposto con agguati e ferimenti proprio il clan soprannominato dei “Mazzacane” ovvero i Belforte ai Piccolo alias “Quaqquaroni”.










Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento