Apple, nasce iWatch

E’ il primo accenno ufficiale che Apple ha un nuovo gadget in cantiere: l’azienda, notoriamente reticente a rilasciare informazioni su nuovi prodotti, ha chiesto di registrare il nome iWatch come un marchio di fabbrica.

iWatch sembra sia l’atteso dispositivo da polso che dall’aspetto simile ad un piccolo televisore, queste, sono le  poche informazioni che sappiamo su questo nuovo gasget. Apple ha presentato istanza di proprietà del marchio “iWatch” in Giappone e, ammesso che sia un orologio, questa sarebbe un ulteriore dimostrazione del crescente interesse della Silicon Valley nei computer da indossare.

L’indossabilità è una nuova frontiera per le imprese tecnologiche, come dimostra il notevole interesse per il progetto Google Glass, dove degli occhiali futuristici, possono setacciare internet o scattare foto in movimento.

La speculazione su iWatch ha avuto un’impennata quest’anno, dopo che il successore di Jobs, Tim Cook, ha ammesso di essere interessato ai prodotti indossabili.  I suoi rivali, Google e Microsoft stanno sviluppando anche loro prodotti come orologi e occhiali, ponendo le basi per una vera e propria battaglia già descritta come “la nuova piattaforma di guerra”.

Nitin Bhas, senior analyst di Juniper Research, ha dichiarato: “Apple ha già annunciato da tempo che  iWatch si collegherà ad altri dispositivi Apple, ed offre un altro modo per accedere ai messaggi di testo o controllare la posta elettronica, ma questo non sarà sufficiente se Cupertino offrirà qualcosa che permette il solo collegamento al vostro smartphone”.

Bhas immagina che  iWatch  offrirà un nuovo modo per poter  fare  shopping, custodire biglietti e prenotazioni, funzionare insomma come un vero e proprio portafoglio digitale da polso.

Apple ha riferito di un team di 100 specialisti che sono alla ricerca di sistemi per sfruttare il vetro curvato nell’industria hi-tech, di  sensori più economici e di migliori software di riconoscimento vocale.

La tecnologia indossabile è un piccolo mercato, ma la società di ricerca Juniper stima che possa generare circa 800 milioni di dollari  quest’anno e di 1,5 miliardi di dollari nel 2014 , Apple non ha mai sentito il bisogno di essere la prima sul mercato, facendo leva sulla sua capacità di poter offrire un prodotto migliore. Ma alla luce del calo delle sue azioni nell’ultimo anno, Apple ha bisogno di un nuovo successo per dimostrare che riesce  ancora un creare prodotti innovativi.

D’altronde la pietra miliare di Apple, iPhone è stata oscurata  da Samsung insieme al sistema operativo Android, mentre Amazon e Google stanno attaccando iTunes. Apple è anche vittima di aspettative crescenti ed accusata di adagiarsi sugli allori per non  aver lanciato nessun nuovo dispositivo dallo scorso ottobre.










Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento