Il " correntismo " a Pontelatone è il nemico numero 1 del bene comune

di Domenico Iodice | Pontelatone – Dunque, “ correntismo “ e dintorni, è il male di molti politici. Quelli di Pontelatone non son immuni a tal male.
Tutti, e soprattutto durante la campagna elettorale per eleggere d'un nuovo sindaco in paese, a parole dicono azzeriam le correnti a beneficio del bene comune. A quanto par però le correnti resistono e quindi non muoiono, anzi, si espande la loro ramificazione.

Cosa pensare – Se le correnti fossero come forse non son mai state sin dagli albori della politica pontelatonese e cioè d'un diversificarsi di idee, ad esempio sociale o tasse, e se la “ lotta “ fosse tematica, ideale, alla fine diremmo che potrebbe pur andar bene il fatto che uno apporta il suo valor e le competenze su posizioni ben dissimili da quelle che potrebbero far germogliar il senso del bene comune a Pontelatone.

E invece cosa esprimono queste correnti immortali del paese – In realtà le correnti son improduttive per la comunità, non esprimono d'una idea politica locale perché la corrente non è altro che d'un gruppo di individui che dipendono da un condottiero dal qual discendono le sorti dei vari valvassori. E' d'una struttura gerarchica che si auto-garantisce e si auto-sorregge.

Non bastano le chiacchiere per cambiare Pontelatone – Perdonateci giovani. Intanto va proferito che i giovani del paesin al di là dell’aspetto anagrafico, non hanno apportato un valore aggiunto alla politica locale. D'una nova generazione politica competente, di cui si avverte il bisogno, non è mai giunta ad impossessarsi della Dimora Comunale. Certo, per la ragione opposta, quando tu crei d'un marchingegno come il correntismo, la capacità di resistenza a quel congegno è proporzionale alla capacità di resistenza al potere e al fascino dei ruoli. I giovani non son immuni; anzi può capitar, come è poi capitato, che si affronti il mondo politico pontelatonese colla miglior delle intenzioni e poi ad un certo punto si venga ingaggiati, coinvolti. Il potere a volte ha avuto la necessità di rifarsi d'un maquillage rappresentandosi tramite pur quello che noi etichettiamo come giovanilismo. Non esiste automatismo tra l’esser giovani e l’esser innovativi.

A proposito di banchi e sedie della Sala Consiliare del Comune di Pontelatone, ultime due sedute – La vicenda del novo capogruppo di opposizione Domenico Di Domenico seduto tra i banchi della maggioranza, lascia cogliere tutto in maniera inequivocabile, lascia poche speranze ad un paese sofferente. Chi non ha avuto disciplina verso il bene comune a Pontelatone ma è considerato disciplinato alla corrente, allo scorso consiglio comunale, s'e' accodato a tutte le votazioni della maggioranza.
La libertà di un pensiero, in politica, è cosa di inestimabile valore.

( Articolo modificato il 10 luglio 2013, ore 10.54 )










Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

7 commenti:

  1. Salve.Voglio proprio vedere se alle prossime elezioni comunali i giovani del paese avranno il coraggio di assumersi la responsabilità di sostenere e votare chi ha ridotto il paese in questo stato

    RispondiElimina
  2. questo x me è arabo cosa ha voluto dire iodice?però è vero che sono contro e poi li votano ki li capisce ai ragazzi

    RispondiElimina
  3. anche io sarei d'accordo sull'esistenza delle correnti se si basassero su una visione dei problemi reali del paese.e pensare che proprio noi giovani dovremmo valutare che questa giunta non è stata brava ha creare lavoro,cervareccia era la nostra speranza,anche questa è morta grazie a loro.ma vi rendete conto o no,ci hanno riempiti di balle x tanti anni.sono stati tolti tanti servizi perchè si sono riempiti di debiti e per pagarli ci siamo andati noi di mezzo.ha ragione mimmo,ho l'impressione che in paese le correnti esistano solo in quanto utili ad un sistema di cooptazione fine a se stesso.........anche io sono curiosa di vedere se hanno il coraggio di votare e sostenere chi in tanti anni non ha danno nulla a pontelatone e a noi giovani........

    RispondiElimina
  4. SONO UN LAUREATO DI PONTELATONE E NON HO UN LAVORO.DEVO PRENDERE LA CORRENTE 220 O 380 PER AVERLO?QUESTO FENOMENO ESISTE IN TANTI ALTRI POSTI,PERCHè VI MERAVIGLIATE?PERCHè VOI NON SIETE STATI SCELTI,A PARTIRE DA CHI GESTISCE IL SITO?

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. come mai si continua a censurare chi esprime opinioni non omologate e civilissime?
    non si invoca la democrazia su questo blog?

    RispondiElimina