Festival di Sanremo, Fabio Fazio: " A Sanremo 2014 sono stato sabotato "

di Domenico Iodice

Per il Festival di Sanremo, come poi anche per la politica, si deve avere un vero progetto e non improvvisare 


Or che è tutto terminato, possiam ammetterlo tranquillamente: questa edizione del Festival di Sanremo è stata proprio stonata. Le canzoni erano insignificanti, i cantanti scialbi e la cosa si è rivelata particolarmente spiacevole al pensiero che l’anno passato la nuova gestione aveva dato una sua impronta positiva a partire dalla scelte musicali. La conduzione non ha funzionato replicando sin al tedio, al fastidio lo schema del battibecco Fazio-Littizzetto, già presente in TV ogni domenica.

Di certo quella di Sanremo 2014 non è stata una esperienza semplice per Fabio Fazio, conduttore del Festival con accanto la Luciana Littizzetto, che è stato pesantemente criticato per il taglio che il conduttore di “ Che tempo che fa “ ha voluto dare alla kermesse canora. Una kermesse che inneggiava alla bellezza, ma in molti hanno trovato la cosa piuttosto pesante. E così, il risultato inevitabile, oltre ad una pioggia di critiche, è stato un vertiginoso calo degli ascolti.
Fabio Fazio si è preso tutta la responsabilità di una edizione del Festival non andata come forse ci si aspettava: dice che ha lavorato troppo per “ Che tempo che fa “ e che forse ha dedicato poco tempo alla costruzione di Sanremo 2014. Senza pensar poi che il Festival si organizza molti mesi prima, gli ospiti vengono contattati con largo anticipo, ed è dunque ostico riuscir ad azzeccare i tempi sperando di andare incontro ai gusti dei telespettatori che staranno poi innanzi al televisore molti mesi dopo.

Ma Fabio Fazio di un fatto è certo, e lo proferisce apertamente e senza timore nell’intervista rilasciata nel suo proramma “ Che tempo che fa “ quando viene intervistato dal giornalista Massimo Gramellini. “ A Sanremo 2014 sono stato sabotato “. In che senso? Il conduttore Rai si riferisce alla prima puntata del Festival quando alcuni contestatori, lavoratori del Consorzio di bacino di Napoli e Caserta, hanno movimentato l’atmosfera del Teatro Ariston minacciando di lanciarsi di sotto dalla balaustra se il conduttore Fazio non avesse letto la loro lettera, utile a fare luce su una questione davvero disastrosa, con un mancata retribuzione dello stipendio da oltre sedici mesi.

L’inizio caotico di Sanremo 2014 è stato per Fabio Fazio difficile da mandare giù, senza contare le voci di gossip che lo avevano “ colpito ” nei giorni ante-Festival: si era infatti detto che Fabio Fazio fosse particolarmente nervoso durante le prove a causa della rottura in corso con la moglie Gioia Selis. Insomma un susseguirsi di cose che non ha fatto di Sanremo 2014 una esperienza da rammentare tra le più esaltanti. “ Ma Sanremo è sempre Sanremo “.







Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento