Pontelatone, orticaria da Bilancio di Previsione 2014

di Domenico Iodice

Pontelatone  Ci risiamo. Mercoledì 19 febbraio 2014, ore 17.30, il consiglio del Comune di Pontelatone si riunisce in seduta ordinaria, per approvare anche il bilancio di previsione 2014. Nella dimora Comunale di Pontelatone è riesplosa l’orticaria da bilancio. Come negli anni passati, sembra che ci si sia rammentati che si tratta di un adempimento da compiere. E così l’atto più importante di un’azienda, pubblica o privata, col quale si stabiliscono piani e programmi per il nuovo anno, e che dunque è predisposto per tempo, non può esser serenamente rinviato come un qualsiasi altro fatto burocratico. Siamo solo a metà febbraio, il Consiglio comunale non è poi così in ritardo. Purtroppo, comportamenti di questo genere l’orticaria la fanno venir pur ai latonesi nel constatare la superficialità con la quale gli amministratori locali negli ultimi anni si sono dedicati a Pontelatone, alla gestione della cosa pubblica, ossia alla tutela degli interessi della comunità amministrata. Questo abituale e negligente comportamento non può passar sotto silenzio ed essere accettato come vicenda di ordinaria amministrazione. Ecco del perchè il cittadino non deve mai spegnere i riflettori sull'operato della politica locale. Quando è legittimo, dar vita pur ad una protesta robusta ma sempre nel rispetto delle leggi e della gente, come hanno fatto nei giorni a dietro alcuni residenti in località Tavernanova: rete idrica colabrodo, strada Fontana Pila un autentico percorso di guerra. Il Comune di Pontelatone è corso ai ripari ( IMPEGNARE in favore della Ditta C.M. Trasporti S.R.L. con sede in S. Prisco alla Via dell’Orizzonte n. 24, la somma di euro 1.281,00 IVA compresa al 22%, per la fornitura di calcestruzzo e fornitura e posa in opera di gard rail, per una lunghezza di 6 metri lungo la strada comunale denominata Fontana Pila, per la presenza di grosse buche... “ ), dopo l'accesa protesta. E' preferibile, magari, non giungere a tutto questo, esiste un decoro amministrativo da tutelare. Mettiamo in campo risorse necessarie a tutela del territorio, pur perchè abbiamo puntato sul turismo di massa. E se un turista ( magari alla guida di una scintillante e nuova Mercedes ) si fosse trovato a percorrere la via che conduce a Fontana Pila, cosa avrebbe pensato o esclamato sugli amministratori di Pontelatone? Noi immaginiamo cosa... Par stupido tal interrogativo, ma non lo è. Non ci possiamo permettere queste odiose carenze.

Tanto si blatera di spending review Si dichiara che la si vorrebbe attuare rigorosamente. Ed allora si deve sapere che le regole che guidano gli interventi di revisione della spesa si applicano proprio nel momento della predisposizione del bilancio di previsione. E’ in quel momento che si valutano i programmi da attuare e le risorse che possono essere attribuite a ciascuno. E’ in quel frangente che si fa l’analisi degli sprechi e si ipotizzano le economie che si possono realizzare ( i costi della dimora Comunale sono esagerati, come le consulenze esterne. Molti incarichi potrebbero esser assorbiti dai tecnici interni, e non ci si dica della presenza di una “ grande mole di lavoro “. Esiste un detto popolare: “ Nella Pubblica Amministrazione non si lavora molto e di certo ti pagano. “ ). Ma se non si programma ora nel bilancio, si pensa forse di procedere alla spending review in qualche ora alla vigilia di ferragosto?









Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento