Aereo Malaysia Airline scomparso, pista terrorismo: " Si è disintegrato in volo "


di Domenico Iodice

Ricognizione delle acque a sud del Vietnam: frammenti sospetti dove ieri sono state scoperte chiazze di petrolio: forse si tratta di un pezzo di coda e di un portellone interno del velivolo. Le autorità di Kuala Lumpur intanto indagano sulla lista dei passeggeri. Due, l'italiano Luigi Maraldi e l'austriaco Christian Kozel, non sono mai saliti a bordo ma qualcuno in Thailandia si era impossessato dei loro passaporti: i biglietti sono poi stati comprati con un acquisto combinato


L'ipotesi che l'aereo della Malaysian Airways si sia disintegrato in volo e' quella privilegiata dagli inquirenti al lavoro sulla scomparsa del Boeing 777 che viaggiava con 239 persone a bordo tra Kuala Lumpur e Pechino: lo riferisce una fonte. " Il fatto che ancora non siamo stati in grado di trovare alcun detrito sembra indicare che l'aereo si sia probabilmente disintegrato a 35.000 piedi di altezza ", 10.000 metri circa, ha spiegato la fonte, che e' direttamente coinvolta nelle indagini. Quasi 48 ore dopo il decollo dell'aereo, sparito sabato nella tarda serata, le squadre di ricerca non hanno ancora trovato alcun relitto certo del velivolo. Se l'aereo fosse precipitato intatto da 10.000 metri, rompendosi solo al momento dell'impatto con l'acqua, le squadre di ricerca avrebbero comunque trovato una concentrazione di detriti, ha spiegato la fonte che ha voluto rimanere anonima perche' non autorizzata a divulgare dettagli sull'inchiesta. La fonte ha parlato poco prima che le autorita' vietnamite avvistassero un oggetto in mare, che potrebbe essere parte del relitto. Quanto alla possibilita' che l'aereo si sia disintegrato a causa di un'esplosione, per esempio una bomba, la fonte ha detto che non c'e' ancora alcuna prova di sabotaggio e che il velivolo potrebbe anche essersi rotto per problemi meccanici. Intanto le autorita' malesi tacciono: dicono che sono concentrate sulla ricerca del relitto e hanno rifiutato di fare commenti sulle indagini. 







Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento