Ucraina, Crimea: ucciso un soldato ucraino

di Domenico Iodice

Un militare ucraino è rimasto ucciso nel corso di un assalto a una caserma a Simferopoli. Kiev: "Il conflitto è entrato nella fase militare"


Un soldato ucraino è stato ucciso nel corso di un assalto contro una caserma a Simferopoli, e da Kiev il governo annuncia che da questo momento il conflitto "è entrato nella fase militare".

"I soldati russi hanno cominciato a sparare contro i militari ucraini, e questo è un crimine di guerra", ha dichiarato il premier ucraino Arseniy Yatsenyuk nel corso di una riunione d'emergenza con gli altri componenti del governo.

In un primo momento il comandante della Marina Sergiy Gayduk aveva dichiarato, nel corso di un incontro a Kiev con il presidente Oleksandr Turchynov, che un soldato ucraino era stato soltanto ferito a una gamba "durante un attacco contro una base a Sinferopoli". Il portavoce militare e capo delle forze ucraine in Crimea, Vladislav Seleznyov, ha dichiarato che non è chiaro chi fossero gli aggressori, ma, ha specificato, che "erano completamente equipaggiati e avevano il volto coperto".
La base rimane in mano agli ucraini ma i russi fanno pressioni sulle famiglie dei militari che resistono per convincerli alla resa.

Uomini armati bloccano l'ingresso delle abitazioni delle famiglie nell'area della base. Dal comando della marina ucraina a Simferopoli fanno sapere di aver ricevuto l'ordine di sparare a vista: "Siamo in stato di allerta dopo quello che è successo nell'altra base a Simferopoli: abbiamo ordine di sparare a vista su chiunque tenti di entrare qui", spiega il tenente colonnello Igor Mamciur, che è barricato con i suoi commilitoni nella base. 







Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento