Pontelatone, Casavecchia e Pallagrello di Vigne Chigi al Vinitaly 2014 di Verona

di Domenico Iodice

Un vino vero aderente al territorio realizzato con uve provenienti da Pontelatone e presente oggi al Vinitaly 2014 grazie a Vigne Chigi

PONTELATONE – Vigne Chigi quest'anno è presente al Vinitaly 2014 di Verona con i vini Casavecchia e Pallagrello.
Sul Casavecchia, in particolare, ma pur sugli altri vini ottenuti dai moderni (in realtà antichi) vitigni autoctoni casertani, Pallagrello, si accendono i riflettori della prestigiosa kermesse veronese. E' pur vero che sin dal momento della loro riscoperta, avvenuta a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio, i suddetti vini hanno vissuto costantemente una straordinaria stagione di successo e son stati, probabilmente, oggetto di un irrefrenabile processo di sovraesposizione mediatica che, nell'immediato e successivo, ne ha favorito la diffusione pur fuori dai confini nazionali, ma che, allo stesso tempo, ha innescato il fenomeno del sempre bevuto che fa rimanere il vino Casavecchia di Pontelatone tra un target di consumatori dal palato più che fine.
Oggi, forse, è il momento migliore per questi prodotti, che conservano nella prepotente originalità il loro punto di forza. Ben vengano allora interpretazioni corrette dell'uva Casavecchia come quella delle Vigne Chigi, piccola azienda vitivinicola dell'avvocato capuano Giuseppe Chillemi che si avvale della consulenza tecnica di valenti agronomi che al Casavecchia hanno già dedicato, ormai più anni. La presenza storica della varietà, in quello che è stato definito dagli addetti ai lavori, il quadrilatero del Casavecchia: Pontelatone, Castel di Sasso, Liberi, Formicola.
Ed è appunto nel territorio di questo primo citato Comune su un terreno di natura argillosa che è stato impiantato nell'anno 2004 il vigneto dal quale nasce il vino Casavecchia e Pallagrello della scuderia Chigi presente oggi al Vinitaly 2014 di Verona. 







Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento