Giffoni Valle Piana, giovane studentessa di 23 anni muore investita nel campus di Fisciano

di Domenico Iodice

Incidente choc questa mattina, inutili i soccorsi del 118 Polizia e Carabinieri stanno cercando di chiarire le cause

SALERNO — Una studentessa universitaria di 23 anni, Francesca Bilotti (il cui nome è stato diffuso solo in tarda mattinata) è stata investita ed uccisa da un pullman al terminal bus dell’ateneo di Fisciano (Salerno). L’episodio accaduto intorno alle 9,00 si è consumato sotto lo sguardo di altri colleghi della vittima, che in quel momento affollavano il luogo pieno di studenti diretti alle aule per le lezioni, e sarebbe stato una pura fatalità.

DINAMICA ACCERTATA — La dinamica dell’accaduto è stata chiarita dalle forze dell’ordine intorno a mezzogiorno, sulla scorta delle dichiarazioni dei testimoni oculari. La studentessa di Lingue e letteratura straniera, proveniente da Giffoni Valle Piana, è stata l’ultima a scendere da un bus della Sita che si era fermato al Terminal dell’Università.. Il dramma si è consumato, quindi, a non molta distanza dalle pensiline dove ogni giorno i ragazzi che frequentano l’università si affollano scendendo dai pullman oppure restando in attesa delle corse per le loro destinazioni. Nell’atto di scendere la ragazza è rimasta però con gli indumenti impigliata nelle portiere del mezzo. Il bus, alla cui guida era un autista che tra qualche mese sarebbe andato in pensione e che non si è avveduto della cosa, è ripartito. L’uomo non si è accorto delle segnalazioni che provenivano dall’esterno e con le ruote di dietro ha così travolto la giovane. Sul luogo sono subito arrivati carabinieri e polizia ed un’ambulanza del 118. Per la ragazza è risultato inutile anche il trasporto in ospedale a Mercato San Severino.

IL DOLORE DEL RETTORE — Portando il suo saluto ai giornalisti della provincia stamani presenti nell’aulario dell’Ateneo di Salerno per un corso di aggiornamento continuo organizzato dall’Ordine regionale della Campania, il rettore dell’Università, Aurelio Tommasetti, ha parlato di «grave lutto per l’Ateneo». «Oggi per noi è una giornata tristissima e chiedo a tutti voi di osservare un minuto di silenzio per questa povera ragazza - ha poi aggiunto -. Mi aspetta adesso l’ingrato compito di dare notizia dell’accaduto ai familiari della vittima». La zona in cui è avvenuto l’incidente è stata transennata dalle forze dell’ordine. Il terminal bus dell’Università funziona a ritmo ridotto.

LA NOTA DELL’ATENEO — In tarda mattinata l’Università ha diffuso una nota sull’accaduto. «Oggi è un giorno triste per l’intera comunità universitaria: stamattina, poco dopo le 8.30, Francesca Bilotti, una nostra studentessa del Corso di lingua e letterature straniera, è rimasta vittima di un tragico incidente», ha dichiarato il rettore Tommasetti. «Un autobus della SITA, uno di quelli che porta ogni giorno gli studenti all’Università - ha ricordato la nota - l’ha investita. Nonostante siano immediatamente scattati i dispositivi di sicurezza, nulla è stato possibile. In questo momento siamo vicini alla famiglia cui va il nostro commosso cordoglio», ha sottolineato il rettore. L’incidente - si evidenzia in un comunicato - è avvenuto in un’area aperta al traffico pubblico dove gli autobus manovrano a passo d’uomo. L’area è dotata di sistema di videosorveglianza: le immagini sono state immediatamente messe a disposizione della magistratura e degli inquirenti per la ricostruzione della verità su quanto accaduto. L’Università di Salerno sospenderà per lutto tutte le attività didattiche nel giorno delle esequie.









Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento