Pontelatone, il pesante j'accuse del gruppo consiliare di minoranza "Insieme si può"

di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato Stampa del gruppo consiliare di minoranza “Insieme si può”


PONTELATONE – “Il 12 luglio si è tenuto il Consiglio comunale che tra l'altro ha discusso e approvato il rendiconto 2015, il bilancio preventivo 2016 e pluriennale 2016-2018. Il gruppo consiliare di minoranza "Insieme si può" in tale attività ha presentato una mozione per rendere il bilancio più rispondente al programma elettorale presentato agli elettori nell'ultima tornata. La risposta del gruppo di maggioranza della neo eletta Sindaco dott.ssa Adriana Esperti, sorprendentemente e raggirando pure i suoi elettori è stata quella di non accogliere le proposte della mozione e di votare il documento contabile preparato dalla precedente amministrazione Carusone, senza apportare nemmeno una modifica. La mozione della minoranza, capeggiata dal Consigliere Domenico Izzo, se accolta avrebbe reso possibile le necessarie attività di manutenzione e di pulizia del patrimonio comunale (scuole, piazze, edificio comunale ecc.), attivato i tanti richiesti servizi per fronteggiare i disagi degli anziani e dei non autosufficienti. Inoltre, avrebbe messo in campo attività per promuovere l'arte, la cultura e i prodotti locali attivando gli Enti e le associazioni pontelatonesi. Con questa strategia contabile il gruppo consiliare di minoranza avrebbe consentito di creare il lavoro per diversi cittadini e avrebbe data una prima risposta alla dilagante inoccupazione giovanile e alla preoccupante disoccupazione. L'introduzione dell'utilizzo dei voucher sarebbe servito per rendere concreto il duplice obiettivo della economicità e della distribuzione delle risorse comunali ai cittadini/contribuenti pontelatonesi che versano in difficoltà economica. I Consiglieri di "Insieme si può" hanno votato contro questo bilancio anche perché non è stata prevista nel triennio di riferimento 2016-2018 la riduzione della pressione fiscale. Infatti, l'obiettivo primario che il programma del gruppo di minoranza si pone, in ossequio a quanto promesso agli elettori in campagna elettorale, è quello di perseguire la riduzione delle tasse, specie della TARI che ha raggiunto livelli insostenibili ed è la più alta nell'ambito dei comuni confinanti, vicini e non solo di essi. La gestione dell'intero Consiglio comunale è stata regnata da una presidenza lacunosa e confusionale caratterizzata da una leadership esercitata dal vicesindaco Antonio Carusone ad appannaggio della neo-sindaco Adriana Esperti e dei neo-consiglieri. In alcuni tratti l'autorevolezza assunta dal Carusone ha fatto immaginare che l'attuale Sindaco era ancora quello di prima. E' stato chiaro ed evidente che la Esperti si trova imbrigliata negli interessi politici dei pseudo amministratori del passato, dai quali Le auguriamo di venirne fuori il prima possibile.”.













Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

19 commenti:

  1. Come avevamo già capito la Sindachessa non conta niente.
    Il dott Carusone si e dimostrato che sotto sotto c'e lui ex Sindaco e ancora il Sindaco che mette i paese sotto terra.
    Noi ci trebbiano a Pontelatone tu no allora vattene visto che ti piace stare fuori i bar degli altri paesi, questi sono gli assesori che avete votato complimenti

    RispondiElimina
  2. Secondo voi è cambiato qualcosa in questo passaggio elettorale? Il post elezioni prevede un passaggio di testimone che nell'atto pratico non è ancora avvenuto. In nuovo sindaco non riuscirà mai a rottamare i vecchi amministratori che hanno determinato uno stato di fatto del paese vergognoso. Voglio proprio vedere se in tutto questo i nuovi eletti si assumono la responsabilità di un quasi certo fallimento amministrativo-politico e quali saranno i comportamenti e le azioni per scongiurare tutto questo.

    RispondiElimina
  3. E questo si sapeva...ahahahah
    Non lamentatevi ora ne vedremo ancora tante...

    RispondiElimina
  4. Solito "pacco" per Pontelatone 😤

    RispondiElimina
  5. Ahahaahaha lista Pacco per Pontelatone e' proprio cosi che la chiamano perche' hanno fatto il pacco a quelli che volevano il nuovo e da li sono usciti sempre gli stessi!!!!!! Vi sta bene!!!!

    RispondiElimina
  6. Caro Domenico IZZO ho letto il comunicato, belle parole.....ma in termini pratici non è' scritto come avresti risolto il problema....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivendo si inizierà a muovere qualcosa, e proprio vero "pacco per Pontelatone" questo è il giusto nome, fa male vedere il paese in questo stato di abbandono,ma ci credo ancora, voglio essere positivo.
      Dottò acchiappa Franco a braccetto e dimetiti se hai un po' di buon senso.

      Elimina
  7. Chiedo scusa ma l'asserire al bilancio dell'amministrazione scorsa chi era?

    RispondiElimina
  8. Poi il nuovo sindaco si è insediato da poco più di un mese,gli vogliamo dare un po' di tempo...oppure ha la bacchetta magica?

    RispondiElimina
  9. Il signor Domenico Izzo in 10 anni che è stato vice sindaco cosa ha fatto?se non gli piacevano le idee dell'amministrazione come mai non si è dimesso?forse era attaccato alla poltrona?

    RispondiElimina
  10. Caro Domenico Izzo invece di far guerra e dire str...aiuta l'amministrazione a far risollevare il paese perché il nuovo sindaco vuole questo...vi posso solo dire che non è il burattino di nessuno la dott.ssa Adriana Esperti..lei crede in tutto ciò che fa..aiutiamola in questa esperienza..lasciamola lavorare in santa pace..poi fra un paio di anni giudicheremo

    RispondiElimina
  11. Non comanda niete, spero che Carusone si dimetta insieme a Franco per il bene del paese, Domenico ha sempre contrastato il sindaco solo che Carusone e i suoi facevano sempre quello che volevano cioè niente.
    Carusone DIMETITI!!! Questa la voce del popolo.

    RispondiElimina
  12. Lo dici tu che non comanda niente...Domenico non ha mai contrastato nessuno...lui è attaccato alla poltrona..la voce del popolo cmq non dice questo...

    RispondiElimina
  13. La dimostrazione che Domenico Izzo è attaccato alla poltrona sta nel fatto che si è candidato contro,dopo che aveva capito che non era lui il candidato a sindaco dell'amministrazione uscente

    RispondiElimina
  14. Urge un dibattito costruttivo al paese. Perciò colgo l'occasione per invitare l'utenza del Blog a moderare i toni.
    Auspico che da qui in avanti questa discussione su temi fondamentali, quale ad esempio i tagli alle spese del Comune di Pontelatone, possa essere corroborata da un dibattito cittadino costruttivo e scevro da polemiche strumentali, tese alla delegittimazione della parte politica avversa più che alla individuazione delle scelte migliori per Pontelatone e i suoi cittadini.
    Voglio invitare i lettori latonesi a questa riflessione: ma non è che occorrerebbe un bilancio fondato sul rigore?
    La strada che ci si apre davanti è duplice: conservare una pressione fiscale alta oppure autocontrollarci rispetto alle spese per far decrescere i tributi locali.
    A me pare che la preferenza operata da questa vecchia amministrazione comunale mira a gravare ancora una volta sulle tasche dei cittadini.
    Mi permetto di fornire un suggerimento al nuovo Sindaco, visto che a quanto pare ha a cuore il decoro urbano del territorio (vedasi ordinanza vicoli frazione Treglia).
    Sarebbe preferibile emanare anche un’ordinanza per il taglio delle siepi e delle fronde degli alberi.
    Il documento potrebbe essere destinato a tutti i proprietari di terreni e/o aree confinanti con strade comunali o vicinali di uso pubblico.
    Per far risorgere dalle ceneri Pontelatone, occorrerebbero scelte coraggiose, quelle che non si possono intraprendere per conservare un bacino di voti clientelare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per favore pure le macchine che non si passa a pontelatone ma il sindaco quando passa non ci vede????

      Elimina
    2. No no..questo no..qui tocchiamo gli interessi dei nostri amici..dopo nn ci votano piu..

      Elimina
  15. Come volevasi dimostrare il sindaco è sempre lo stesso povera Adriana tira fuori le unghia se non vuoi deludere tutti quelli che credono in te

    RispondiElimina