Alvignano, rubano contenitore in pvc per rifiuti

di Domenico Iodice

I ladri sono così tanti e quelli in galera così pochi che basterebbe mettere l’insegna “prigione” dall'altra parte delle mura

ALVIGNANO – Cosa se ne facciano è davvero un mistero. L’unica cosa certa è che hanno procurato un danno economico a una persona perbene costretta a subire per colpa di gente ladra che calpesta quotidianamente anche le più elementari regole del vivere civile.

Stiamo parlando di una nuova figura di ladro: quello che dopo le ore 01.00 di domenica si è cimentato nel rubare un grande contenitore in pvc per la raccolta dei rifiuti.

Sì, avete capito bene.

Ad Alvignano, paese di circa 5.000 abitanti dell'alta Terra di Lavoro, a quanto pare, non stanno “tranquilli” nemmeno i bidoni utilizzati per sversare i rifiuti domestici prima della raccolta da parte degli addetti ai lavori.

Il furto si è verificato domenica scorsa a via Cacciapugli: da una traversa, più precisamente dopo il ponte della ferrovia, è infatti sparito improvvisamente, dalla sera alla mattina, un grande bidone adibito al deposito dei rifiuti prima di essere prelevati dall'azienda che cura la raccolta sul territorio del Comune di Alvignano.
Qualcuno l’ha portato via – furtivamente – a pochi metri dall'abitazione del proprietario dove era stato sistemato, lasciandolo di stucco che se ne serviva per compiere puntualmente il proprio dovere di buon cittadino.

Un disagio superabile, non c’è dubbio.

Ma ciò nulla toglie alla gravità di certi comportamenti di determinata gentaglia.
Chi e perché può avere interesse a commettere un furto del genere?
Ovviamente nessuno può saperlo e nessuno riesce ad immaginarlo.
L’unica ipotesi che si potrebbe fare è che se ne sia impossessato qualcuno di cui era sprovvisto di questo contenitore e ha pensato di risolvere il problema “autonomamente” commettendo di fatto un reato vero e proprio punibile dalla legge italiana.

Il bidone in questione non era stato fornito dal Comune di Alvignano ma acquistato.

Poco plausibile infatti è l’ipotesi che di questi bidoncini si possa fare commercio, giacchè il loro valore di mercato è relativamente esiguo (circa 25,00 euro) e comunque non si capirebbe chi potrebbe avere interesse ad acquistarne uno usato.
Resta il fatto che il danno economico c’è, proprio perché il proprietario, non ne possiede uno simile, deve acquistare un altro contenitore del genere per collocarlo nel luogo da cui è stato rubato.

Insomma, per quanto possa sembrare assurdo, evidentemente ad Alvignano c’è bisogno dell’antifurto anche per il bidone privato dei rifiuti fuori la propria abitazione.

















Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento