Molestie sessuali. Una madre londinese: "Via la Bella Addormentata dalle scuole per quel bacio senza consenso"

di Domenico Iodice

Una mamma londinese: "Fino a quando verranno presentati questi testi nelle scuole non riusciremo mai a cambiare certi atteggiamenti"


Il tema delle molestie sessuali è grave ed importante, ma adesso sembra proprio che i buonisti stiano passando il limite – dopo il caso Weinstein e le accuse a decine di attori, registi, sportivi e quant'altro – al punto che l'intera faccenda sta scivolando nel ridicolo. Perché è lecito e sacrosanto denunciare gli stalker, ma buttare nel calderone anche le favole rasenta la follia.

Eppure in Gran Bretagna nel rogo degli ardenti censori è finito pure il bacio con cui il Principe Azzurro ha ridestato la Bella Addormentata. Era dato "senza consenso". Sarah Hall, una mamma nel Regno Unito, prendendo spunto dal caso Weinstein, ha chiesto di rimuovere dal programma scolastico di suo figlio la Bella Addormentata. "Fino a quando verranno presentati questi testi nelle scuole non riusciremo mai a cambiare degli atteggiamenti che oggi sono ormai radicati nei comportamenti sessuali", ha scritto Sarah su Twitter. Il fatto è che, secondo lei, manca il consenso della donna a quel bacio. "Nella società di oggi non è appropriato mandare questi messaggi", ha aggiunto. "Mio figlio ha solo sei anni e assorbe tutto ciò che vede. Con lui è ancora presto per trasformare gli input in conversazioni costruttive su questo tema".

Dopo le critiche ricevute, la donna si è difesa così: "Le fiabe dicono ai bambini cosa è giusto e cosa è sbagliato. Non credo che eliminare dalla circolazione questa fiaba sia giusto. Penso che possa rappresentare una grande risorsa per i bimbi più grandi, con cui si può fare un ragionamento più complesso e spiegare loro la questione del consenso e di come la principessa si può sentire". E ancora: "A preoccuparmi sono i bambini più piccoli. Non chiedo molto, solo di aprire un dibattito sulla possibilità o meno di considerare queste favole adatte anche a loro".

Attento Pinocchio, tu che rompevi sempre le palle alla Fata Turchina: hai i giorni contati...













Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

1 commenti:

  1. Buona sera, egregio Sig. Iodice, in questi giorni, nel nostro paese vengono distribuiti pacchi della caritas, a tutti coloro che ne fanno richiesta, ex dipendenti pubblici, e pure chi tiene parcheggiata al mare una piccola barca, non faccia il timido, su ,venga a prendere il pacco e si goda un sereno Natale, Auguri.

    RispondiElimina