Titolo Ferrari sotto i 100 euro, Jefferies taglia rating e target price


di Domenico Iodice

Il broker rivede le sue valutazioni non del tutto convinto delle strategie presentate il 18 settembre scorso


Titolo Ferrari anche oggi sotto in riflettori complice la decisione di Jefferies di tagliare la raccomandazione e il target price. Ieri le azioni hanno perso l'8,14% a causa dell'andamento non tanto del suo settore di riferimento quanto di quello da sempre auspicato dal management sin dallo sbarco sui mercati azionari, quel comparto del lusso messo ko da un report negativo della banca statunitense Morgan Stanley.

Oggi, sui corsi azionari influisce anche la revisione delle valutazioni da parte di Jefferies in netta controtendenza rispetto alle iniziative di altri broker e case d'affari che nelle ultime settimane hanno alzato in serie le raccomandazioni o i prezzi obiettivo per tener conto delle positive indicazioni giunte con la presentazione del piano industriale del 18 settembre scorso.

In particolare per Jefferies, la strategia della Casa di Maranello di concentrarsi sui suoi modelli di fascia alta riducendo al contempo i volumi di produzione è sì convincente, ma richiederà maggiori investimenti iniziali e determinerà rendimenti più bassi. 

Inoltre le azioni della Ferrari vengono scambiate già a multipli elevati e pertanto è improbabile imbocchino un trend rialzista. Conseguentemente Jefferies ha ridotto la raccomandazione da buy a hold e il target price da 125 a 115 euro.

Il titolo Ferrari, dopo un'apertura in ribasso del 5,68%, perde, alle 9,38, il 3,97% a 99,10 euro, scendendo così sotto la soglia dei 100 euro per la prima volta da circa sei mesi. 














Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento