Pontelatone, il pentastellato del paese Iodice: «Usiamo la Pro Loco del paese per fare propaganda elettorale?»

di Redazione

La presa di posizione del pentastellato Iodice: «Sono membro dell'associazione, ma mi dissocio da come è stato organizzato il convegno di sabato scorso sul vitigno Casavecchia. Vergognoso il fatto che l'ex vicesindaco del paese, Antonio Carusone, abbia “prestato” per l'ennesima volta la faccia a Pontelatone dopo che lo ha ridotto in macerie in qualità di sindaco»


PONTELATONE – In queste ore nubi di bufera si addensano sulla Pro Loco di Pontelatone, questo dopo la foto pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale dell'associazione che ritrae l'ex vicesindaco Antonio Carusone in bella mostra, quando poi oggi non ricopre nessun ruolo amministrativo e non è neppure iscritto alla stessa organizzazione del paese. Ma allora che ci fa l'ex vicesindaco del paese al convegno? Semplice, la passerella politica in prossimità delle elezioni a Primavera 2019. Strano che la Pro Loco del paese vada nel prestarsi a questi vergognosi “giochetti”.

L'attivista del Movimento 5 Stelle, Mimmo Iodice, ha espresso le proprie preoccupazioni per il futuro di un'associazione così importante sulla quale, dal suo punto di vista, aleggia il pericolo della politicizzazione a pochi mesi dalle elezioni amministrative 2019. 

«Non mi è piaciuto per niente – dice Iodice – il modo in cui sono state portate avanti le cose nell'organizzazione del convegno sul vitigno Casavecchia». 

«La politicizzazione – spiega Iodice – non è una buona cosa per un'associazione che vuole crescere facendo promozione. La Pro Loco deve promuovere il proprio territorio non alcune persone che hanno pensato di utilizzarla per farsi la prossima campagna elettorale a Pontelatone». 

A chi giova deturpare l'immagine del nostro paese? Non certamente all'organizzazione che ha il compito di valorizzarlo: la Pro Loco. 














Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento