Pontelatone, l’Enel vola sulle linee elettriche del territorio

di Domenico Iodice

L’occhio elettronico dell’Enel sorvola il cielo di alcuni Comuni del napoletano e casertano. Oltre 1.000 chilometri di rete elettrica passati al setaccio in elicottero nel giro di due settimane


Prosegue l’impegno di E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti di Media e Bassa tensione, per verificare lo “stato di salute” delle linee elettriche campane e garantire così un servizio elettrico affidabile e di qualità. Da ieri elicotteri dotati di speciali telecamere stanno sorvolando i cieli del territorio di Napoli e Caserta per effettuare una serie di ispezioni sulle proprie linee elettriche. L’occhio elettronico di E-Distribuzione sorvolerà il territorio in questione per un periodo di circa due settimane, controllando più di 1.000 chilometri di linee elettriche aeree di media tensione.

La tecnica che Enel chiama “ispezione eliportata” permette all’azienda di prevenire i guasti prima ancora che curarli. Enel, che preferisce parlare di anomalie, ne ha identificate fino ad ora una media compresa fra tre e cinque ogni cento chilometri. Situazioni causate molto spesso dal maltempo, in particolare dal crollo di alberi. Il monitoraggio con sorvolo a bassa quota avviene lasciando le linee elettriche in tensione in modo da non causare l’interruzione del servizio, e quindi senza disagi per l’utenza. Le ispezioni si concentrano sulla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, di cantieri che possono interferire con la rete e, ovviamente, su eventuali danni provocati da vento e pioggia. La verifica è mirata anche allo stato di conservazione dei vari componenti della rete: sostegni, mensole, isolatori, posti di trasformazione sul palo.

L’operazione rientra nell’ambito delle attività di prevenzione, monitoraggio e manutenzione delle proprie infrastrutture messe a punto periodicamente da E-Distribuzione. Gli elicotteri sorvolano a bassa quota le linee elettriche per consentire la rilevazione visiva di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti, con particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, nonché la verifica dello stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei posti di trasformazione su palo. Questa tipologia di controllo avviene con le linee elettriche in tensione e quindi senza la necessità di effettuare interruzioni programmate. Tutti i dati registrati durante il controllo elettronico aereo vengono successivamente analizzati e sulla base di questi si pianificano le attività perla risoluzione di eventuali criticità riscontrate in corso d’ispezione.

Le ispezioni Enel sul territorio campano sono iniziate il 26 febbraio e si concluderanno durante le prossime settimane. Alcune reti in media tensione tra Napoli e Caserta, oltre 1.000 chilometri di estensione in questo caso, verranno controllate scrupolosamente.

Le ispezioni interesseranno le linee elettriche del Comune di Pontelatone.

Grazie alle ispezioni eliportate Enel ha migliorato l’efficacia delle verifiche, riducendone i tempi ed ottenendo un livello di accuratezza molto elevato. Un’iniziativa che, insieme ad altri fattori, ha permesso alla compagnia elettrica italiana di offrire ai clienti un livello di qualità del servizio superiore agli standard europei.

Le verifiche interesseranno anche le linee elettriche di tanti altri Comuni, tipo: Alvignano, Caiazzo, Castel di Sasso, Formicola, Piana di Monte Verna, Piedimonte Matese, Sant'Angelo in Formis, etc etc.













Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

0 commenti:

Posta un commento