Cari governanti locali, non abbiamo paura: continueremo a raccontare la verità ai cittadini

di Mimmo Iodice

I nuovi “potenti” locali sono ossessionati dal nostro lavoro, ma non ci faremo spaventare


Noi di Oggi Chest'è non siamo i censori della vita altrui, non intendiamo neanche sostituirci alle testate giornalistiche nazionali di forte rilievo e, dunque, ai professionisti di questo mestiere, ma partecipano semplicemente alla vita quotidiana di qualche comunità, cercando di fornire semplicemente un contributo, esprimendo anche il loro libero pensiero e quello di tanta altra gente che vuole utilizzare questo mezzo di comunicazione.

Mediamente, giusto per corretta informazione, così come quotidianamente viene comunicato dalle statistiche di Google, gli accessi al nostro portale superano le 10.000 persone giornaliere, sino ad arrivare anche a 15.000 visite, locali che nazionali. A queste cifre vanno sommate altre 2.000-3.000 da Paesi stranieri, con a capo gli Stati Uniti.

E’ doveroso ricordare, perciò, che il nostro Blog non è sottomesso, e questo in maniera più categorica – il nostro Direttore fa parte del Movimento 5 Stelle sin dagli albori, difficilmente o pochissime volte adopera queste pagine a favore dello stesso. E' una questione deontologica, un dovere verso la serietà – a partiti politici, amministratori comunali, marchi, sponsor e/o vincoli di ogni genere e con nessuno altro e che le notizie presenti all’interno delle nostre pagine sono prodotte legittimamente senza alcun fine e senza lucro, ma solo ed esclusivamente per rendere una comunicazione utile per chi ne ha interesse.

Riteniamo pertanto che tutti i cittadini abbiano il piacere e il diritto di conoscere tutte le informazioni civiche che riguardano la vita sociale, territoriale, amministrativa e politica di qualche comunità.

Ma a quanto pare, e lo dobbiamo rilevare con sommo dispiacere, alcune Amministrazioni comunali continuano a manifestarsi molto carenti nel loro sistema di gestione della cosa pubblica, sopratutto predicano bene e razzolano male: pretendono, però, che i nostri articoli siano sempre di loro gradimento.

Nessuno, e ripetiamo nessuno, può tentare di usarci a modo e consumo proprio, soprattutto – per esempio – quando si ricevono attacchi sgradevoli e legittimi da parte dei cittadini, sperando perciò in un nostro intervento immediato che vada in loro difesa.

Non abbiamo paura. Siamo preoccupati per luoghi che ci stanno a cuore, per lo scadimento del dibattito che avvelena l'opinione pubblica.

Ma qui torniamo alla domanda principale: ma perchè la nostra penna è tanto indigesta da scatenare le ire di alcuni amministratori comunali?

Finora nulla di quello che abbiamo scritto è mai risultato falso, inventato o costruito ad arte. Possiamo aver sbagliato la forma ma non la sostanza, e producendo qualche pezzo può accadere ma mai costruito dei falsi.

Siamo una informazione di opposizione, è vero, come lo siamo sempre stati. Siamo antitetici alle idee di qualche Sindaco improvvisato, allo sdoganamento di comportamenti dittatoriali, alla continua caccia ai nemici di turno da abbattere perchè smascherano l'incapacità e l'inadeguatezza istituzionale nonché amministrativa.

Ciò che ci spaventa maggiormente è l'incompetenza. Non hanno idea di come si governi una comunità e delle conseguenze delle loro azioni.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo medaglie sul petto, ringraziamenti, consenso e “Mi piace”, non viviamo di stipendi pubblici (ci avete mai pensato che una forte percentuale di amministratori comunali non hanno mai avuto altra busta paga nella vita che non fosse quella fatta con i soldi delle nostre tasse?), ma stiamo in piedi comunque e attingiamo forza dalle vostre debolezze umane nonchè politiche.

Noi, lo ripetiamo, siamo preoccupati per i cittadini, ma non abbiamo paura. E non potremo che cercare di impegnarci ancora di più per informare i cittadini.

Che sia chiaro per l'ennesima volta: solo e sempre dalla parte del Popolo.
















Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

1 commenti:

  1. Buon giorno, in questi ultimi due fine settimana, c'è stata questa bellissima iniziativa di sponsorizzare i prodotti tipici della nostra zona, avendo partecipato alla manifestazione, insieme alla famiglia, non abbiamo notato nessun generatore di corrente, mi chiedo, la corrente, agli stend, frigoriferi, affettatrici, lampadine, è stata presa dall illuminazione pubblica? LEI ne sa qualcosa?

    RispondiElimina