Pontelatone, i primi circa cento giorni dell'Amministrazione Izzo? Inutili

di Mimmo Iodice

L’opposizione politica in Consiglio comunale non c’è. Ma la società civile?


PONTELATONE – Sono trascorsi circa 100 giorni dalla “vittoria” di Amedeo Izzo. Abbiamo un “nuovo” Sindaco e tanti nuovi assessori, eppure nessuno se ne è accorto. Una novità concreta del neo Sindaco, corposa ed utile a Pontelatone, non è stata sfornata. Nulla è cambiato, anzi, i problemi quelli erano e quelli sono rimasti.

L'azione amministrativa della compagine Izzo nei primi circa 100 giorni si è dimostrata vicina allo zero: qualche delibera, un Consiglio comunale nel quale sono passati solo adempimenti formali e zero proposte, un'immagine triste della maggioranza ancora in mano ad incapaci e, soprattutto, una totale continuità di metodo del nulla.

Cento giorni volati via nell'inconcludenza, 100 giorni che hanno costretto anche buona parte di coloro che hanno creduto alle promesse elettorali dei candidati, a ricredersi.

L’opposizione politica in Consiglio comunale non c’è. Ma la società civile?

Ma dove sono finiti tutti quelli che hanno sempre criticato duramente l'operato politico di Amedeo Izzo? Hai voglia di dire che non c’è opposizione politica in Consiglio comunale, che questa Amministrazione agisce senza avversari. Qui è la cosidetta “società civile” che sta completamente evaporando. Se si alzano delle voci è solo per denunciare sciocchezze. Bel paradosso. Eppure fino a non molto tempo fa quelle voci si sentivano contro l'ex sindaco Carusone, eccome.

Si è visto, in questi circa primi cento giorni, come è andata a finire. Amarezza e delusione cominciano a diffondersi tra i latonesi, la strada degli amministratori è sempre più in salita.

Nessun latonese può e deve ritenersi estraneo a tutte quelle cose che continuano a non andare in paese. E’ troppo comodo tirarsene fuori e delegare tutto agli attuali amministratori comunali, tanto più dopo averli avversati e criticati politicamente, non certo da oggi.

Oggi più di ieri, possiamo affermare con certezza che la coerenza non esiste in alcun ambito politico: comunale, provinciale, regionale e nazionale.



















Share on Google Plus

Autore: Domenico Iodice

Giornalista

1 commenti:

  1. Si doveva fare tutto il possibile per creare un’alternativa ad Amedeo e compagnia, per dare voce a chi ha un’altra opinione, per tenere vivo il principio di democrazia, dando possibilità di scelta ai pontelatonesi. Prospettando un cambiamento che vuole essere sinonimo di sviluppo locale, di possibilità per i giovani a non andare via da Pontelatone. Nei piccoli comuni come il nostro è più facile ricevere encomi che critiche e sfotto. Da noi è il contrario, questo già dice tutto. In tutto questo chi ci perde? Noi pontelatonesi e la democrazia tanto decantata dal sindaco Amedeo. Evviva la commissione paesaggio a conduzione famigliare. Il consigliere Ciarmiello non ha avuto neanche la dignità di astenersi dal voto. Che figura di m.....

    RispondiElimina